Litio

Nomi del farmaco:

Cibalith-S, Eskalith, Lithane, Lithobid, Lithonate, Lithotabs, Pfi-Lith. (1)

Effetti collaterali:

Difetti di nascita (se dati a donna incinta) Vista annebbiata, Aritmie cardiache, Coma, Confusione, Diminuzione dell'appetito, Diabete, Diarrea, Difficoltà nel pensare, Vertigini, Sonnolenza, Orinazione frequente, Allucinazioni, Incontinenza, Aumento della sete, Letargia, Insonnia, Nausea, Irrequietezza, Convulsioni, Problemi sessuali, Funzioni intellettuali rallentate ,Problemi di tiroide, Tremori, Movimenti incontrollati della lingua, Brevi perdita di coscienza, Vomito, Aumento di peso, Sventatezza, Contrazioni muscolari, Stordimento, Gonfiore delle caviglie e dei polsi.

Avvertimenti generali e studi sul litio:

Il litio è un minerale dato sotto forma di sale. Si trova in piccole quantità, nell'acqua, nelle piante e nei tessuti animali e umani. Nonostante sia una sostanza naturale non bisogna fare l'errore di pensare che sia sicuro.

Uno degli effetti più pericolosi dei litio prescritto ai pazienti è dovuto al fatto che per raggiungere un effetto "sedativo", la dose "terapeutica" che gli psichiatri usano è vicino a quella tossica; è quindi cosi velenoso che può causare danni molto seri e perfino la morte. (2)

Gli esperti del campo della medicina affermano il litio che non viene metabolizzato finisce quasi inevitabilmente per causare seri danni ai reni. Il litio è addirittura più rischioso quando se ne accumula troppo nel corpo e la tossicità che ne deriva può portare a danni permanenti al cervello e alla morte. (3)

Bibliografia:

(1) Physicians' Desk Reference, (Medical Economics Company, New Jersey, 1998), pp. 2822-2823; David L. Richman, M.D., Leonard Roy Frank, and Art Mandler, Dr. Caligari's Psychiatric Drugs, (Alonzo Printing Co., Inc., California, 1984), p. 39.
(2) Op. cit., Dr. Caligari's Psychiatric Drugs, pp. 38-39.
(3) Ibid.