Psichiatri e medici ammettono: i disturbi non sono vere malattie

Psichiatri e medici ammettono: i disturbi non sono vere malattie

Centinaia di milioni di persone in tutto il mondo vengono etichettate con una diagnosi psichiatrica e "curate" con medicine psicotrope - una categoria di farmaci con una collezione di quasi trecento avvertenze di pericolo da agenzie di farmacovigilanza in tutto il mondo.

Il pubblico è portato a credere che una diagnosi di disturbo mentale sia altrettanto legittima di una diagnosi medica, ma questo è falso.

Le diagnosi di disturbo mentale dipendono unicamente dal parere dello psichiatra, parere ottenuto confrontando i comportamenti della persona con quelli elencati nelle liste di controllo contenute nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM). I disturbi sono inseriti nel DSM da psichiatri tramite alzata di mano durante riunioni dell'Associazione Psichiatrica Americana.

A differenza del resto della medicina, i disturbi mentali non sono dedotti tramite un procedere medico-scientifico, ma politico. Non è affatto raro che la stessa persona, visitata da due psichiatri, ne venga fuori con due diagnosi completamente diverse Anzi, nelle aule di tribunale questo succede ogni giorno: il perito della difesa sostiene l'incapacità d'intendere e volere, mentre quello dell'accusa sostiene il contrario, e non esistono test clinici per verificare chi dei due abbia ragione.

Nel seguito una serie di citazioni tratte da libri o articoli di addetti ai lavori:

“Il concetto di 'malattia mentale' è terribilmente fuorviante: questi cosiddetti disturbi mentali vengono diagnosticati come si trattasse di malattie, ma in realtà sono solo descrizioni di comportamenti o pensieri (ciò che una persona dice o fa) - niente di lontanamente paragonabile con la definizione medica del termine malattia.” Allen Frances, Psichiatra ed ex Presidente del Comitato Editoriale del DSM-IV

"L'ADHD è un tipico esempio di malattia fabbricata; la predisposizione genetica è stata sopravvalutata.

    Gli psichiatri infantili dovrebbero approfondire meglio i motivi che possono portare a problemi psicosociali: I genitori litigano? Vivono insieme? Ci sono problemi in famiglia?

    Queste domande sono importanti ma richiedono molto tempo - mentre prescrivere una pillola è molto più veloce." Leon Eisenberg, padre scientifico dell'ADHD

"Non abbiamo un test indipendente e valido per ADHD, e non ci sono dati che indichino che esso sia dovuto a un malfunzionamento del cervello." Conclusioni del comitato di studio su ADHD dell'Istituto Nazionale USA per la Salute Mentale

“Il DSM è la montatura con cui la psichiatria cerca di essere accettata dalla medicina in generale. Per gli addetti ai lavori è un documento più politico che scientifico, e gli stessi autori lo ammettono candidamente, anche se la sua breve apologia viene spesso ignorata. Il DSM IV è diventato una bibbia e una gallina dalle uova d’oro, e si chiude un occhio sui suoi difetti. Cosa ci dicono le categorie del DSM? Rappresentano esattamente la persona con un problema? No, e non potrebbe proprio, perché non c’è nessun criterio esterno per convalidare le diagnosi psichiatriche.” Psichiatra Loren Mosher, ex capo del Centro NIMH per gli Studi sulla Schizofrenia, capo della Schizophrenia Research, Istituto Nazionale di Salute Mentale.

"Mi sono reso conto, non senza ironia, che gli psichiatri sono letteralmente usciti di testa e, contemporaneamente, hanno fatto uscire di testa gli stessi pazienti che si presume debbano curare. David Kaiser, Psichiatra

"Il DSM è stato descritto come una ' Bibbia ' nel campo ma, nella migliore delle ipotesi, un dizionario ... La sua debolezza è la mancanza di validità. A differenza delle nostre definizioni di cardiopatia ischemica, linfoma o AIDS, le diagnosi del DSM si basano su un consenso sui gruppi di sintomi, senza alcuna prova oggettiva di laboratorio. Nel resto della medicina, sarebbe come validare dei sistemi diagnostici basati sulla natura del dolore toracico o la qualità della febbre ." Thomas Insel, direttore della principale organizzazione statunitense di salute mentale (l'Istituto Nazionale di Salute Mentale - NIMH)

"C'è una caratteristica comune a tutti gli psichiatri. Davanti a un microfono o una telecamera si fanno piccoli e ammettono che non esiste nessuno squilibrio biochimico o test di laboratorio. Nella loro pratica professionale invece mentono ogni volta ai loro pazienti, negando loro il diritto a un consenso informato e avvelenandoli in nome della 'cura', comportamento di fatto criminale." Dr. Fred Baughman, Neurologo Infantile

"Non esistono prove oggettive in psichiatria - raggi X, test di laboratorio, o esami per constatare definitivamente se qualcuno abbia o meno un disturbo mentale". "Non esiste nemmeno una definizione di un disturbo mentale - non lo si può definire" Allen Frances, Psichiatra ed ex Presidente del Comitato Editoriale del DSM-IV

"Non ci sono esami del sangue o altri test biologici per accertare la presenza o assenza di una malattia mentale, come vi è per la maggior parte delle malattie fisiche. Se tali test fossero stati sviluppati ... allora la condizione cesserebbe di essere considerata una malattia mentale e sarebbe classificata, invece, come una malattia del corpo." - Dott. Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria, New York University Medical School, Syracuse

"Nonostante più di duecento anni d'intense ricerche, nessuno è mai riuscito a dimostrare l'origine genetica o biologica dei disturbi psichiatrici, inclusa la schizofrenia, la depressione maggiore, il disturbo maniaco-depressivo, i vari disturbi d'ansia e disturbi infantili come l'attenzione- iperattività. Al momento non si sono mai riscontrati squilibri biochimici nel cervello di pazienti psichiatrici - finché non vengono somministrati psicofarmaci." Peter Breggin, Psichiatra

"C'è abbondanza di presunte spiegazioni biochimiche per i disturbi psichiatrici, ma nessuna di esse è mai stata dimostrata. Al contrario, ogni volta che si credeva di aver trovato uno squilibrio, si è poi scoperto che non era vero ... Nessuna pretesa di origine genetica è mai sopravvissuta, nonostante la disinformazione popolare." Dr. Joseph Glenmuller, Psichiatra, Università di Harvard

"Le teorie (di squilibrio chimico) vengono mantenute in vita non solo perché non ce ne sono di migliori, ma perché si dimostrano molto utili per vendere psicofarmaci." Dr. Elliot Valenstein – autore di "Blaming the brain" ("Incolpare il cervello")

"La psichiatria non è guidata dalla scienza. Non esiste alcuna base genetica o biologica per queste malattie, ma l'Istituto Nazionale per la Salute Mentale è completamente appiattito sulla terapia farmacologica. C'è una gran quantità di evidenza sperimentale sui danni cerebrali a lungo termine causati dagli stimolanti, mentre non c'è lo straccio di una prova dell'esistenza di tali malattie, come l'ADHD." Peter Breggin, Psichiatra

"In realtà, la diagnosi psichiatrica è una sorta di etichettatura spirituale: può distruggere la vita e spesso lo fa" Peter Breggin, Psichiatra

"La psichiatria non ha ancora prodotto le prove delle causa genetico/biologica di alcuna malattia mentale. Ai pazienti viene diagnosticato uno squilibrio biochimico nonostante non esista alcun test che lo possa dimostrare ... e non esiste nemmeno un'idea di quale dovrebbe essere l'equilibrio corretto." Dr David Kaiser, Psichiatra

"Non esiste nessuno squilibrio biochimico. Quando un paziente viene da me dicendo di avere uno squilibrio chimico gli chiedo 'Mostrami il referto del laboratorio'. Non ce ne sono. Cos'è, allora, lo squilibrio chimico?" Dr. Ron Leifer, Psichiatra

"Chiunque, virtualmente, può, in un dato momento, soddisfare i requisiti per una diagnosi di disturbo bipolare o ADHD – chiunque. E il problema è che ciascuna di queste diagnosi avvia il distributore di pillole." Dr. Stefan Kruszewski, Psichiatra

"Nessun comportamento (buono o cattivo) è una malattia né potrà mai esserlo. Le malattie non consistono di comportamenti. Le malattie sono malfunzionamenti del corpo: cuore, reni, fegato, cervello. La febbre da tifo è una malattia. La febbre del sabato sera non è una malattia, è una metafora. Tutte le malattie mentali sono malattie metaforiche, spacciate per malattie vere."  Dott. Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria, New York University Medical School, Syracuse

"La psichiatria asserisce senza dimostrarlo che depressione, disturbo bipolare, ansia, alcolismo e tanti altri disturbi sono essenzialmente di origine biologica e genetica. Questa fiducia cieca è non solo stupefacente, ma anche ingenua e forse illusoria." Dr. David Kaiser, psichiatra

"In breve, l'intero business di creare categorie di malattie psichiatriche, formalizzarle con il consenso e attribuire loro dei codici, che poi rendono possibile la prescrizione di farmaci, non è altro che un racket volto a fornire alla psichiatria un'aura scientifica." Dr. Thomas Dorman, internista e membro del Collegio Reale di Medicina del Regno Unito

"Le etichette del DSM sono non solo inutili in quanto 'diagnosi' mediche, ma sono potenzialmente pericolose, specialmente se usate per negare la libertà personale, o come armi nella mani di psichiatri che forniscono perizie nei tribunali." Dr. Sydney Walker III, psichiatra

"Il modo in cui i disturbi entrano nel DSM non è attraverso radiografie o analisi del sangue. E' basato sulla descrizione del comportamento. Il sistema psichiatrico consiste in questo." Dr. Colin Ross, psichiatra

"Nessun marcatore biologico o neurologico e genetico è mai stato trovato per Deficit di Attenzione, Disturbo Oppositivo Provocatorio, Depressione, Schizofrenia, ansia, abuso compulsivo di alcool o droga, mangiare troppo, dedizione al gioco d'azzardo o qualunque altro cosiddetto disturbo mentale." Bruce Levine, psicologo e autori di "Commonsense rebellion" (la rivolta del buon senso)

"A differenza delle diagnosi mediche, che portano a una possibile causa, una cura appropriata e una probabile prognosi, i disturbi elencati nel DSM sono accordi cui si arriva attraverso il consenso." Tana Dineen, psicologa

"Non e scienza. E' politica e economia. La psichiatria consiste in questo; politica ed economia. I controllo del comportamento non è scienza, e non è medicina."  Dott. Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria, New York University Medical School, Syracuse

Condividi con