Pharmageddon: i farmaci da prescrizione stanno uccidendo la gioventù americana

Pubblicato Mar. 30/08/2011 - 11:16
Pharmageddon: i farmaci da prescrizione stanno uccidendo la gioventù americana

Nessun genitore vuole perdere un bambino, ma quando uno muore a causa di qualcosa che dovrebbe essere molto prevenibile, il crepacuore e la tragedia si aggravano. Questo, sempre più spesso, succede con i farmaci da prescrizione: stanno uccidendo i nostri giovani.

Sarah Shay e Kissick Savannah, di Morehead, nel Kentucky, migliori amiche fin dal liceo, sono entrambe vittime di quello che gli esperti e la Casa Bianca stanno descrivendo come un'epidemia di decessi da farmaci da prescrizione. Sarah è morta nel 2006 alla tenera età di 19 anni, Savannah appena tre anni più tardi, a 22.

Dal momento che i farmaci che stavano usando erano stati prescritti da medici, alcuni esperti ritengono che questi farmaci comportino una sorta di legittimità. Ma il fatto è che se ne verifica un abuso sui giovani, proprio come fossero droghe da strada – e anche di più, in alcuni casi.

"Non credo che i ragazzi abbiano idea di come questi farmaci creino dipendenza," ha detto Karen Shays alla BBC in un'intervista. "Prima ancora di saperlo, bam! Sono dipendenti."

Di farmaci come Xanax, Ossicodone, Klonopin e Hydrocodone c’è un regolare incremento dell’abuso da parte di adolescenti e giovani adulti. Il problema è talmente grave - alcuni ragazzi si sono rivolti anche al crimine per procurarsi tali farmaci - che lo stato del Kentucky ha istituito dei centri di riabilitazione, dove un numero enorme di tossicodipendenti – il più alto che mai - vengono ricoverati.

Tutto sommato, è come una sorta di Armageddon, ma con farmaci da prescrizione – una sorta di "pharmageddon", se si vuole, come evidenziato dalle prigioni strapiene e confermato da funzionari statali.

"Credo di poter tranquillamente dire che oltre l'80 % dei detenuti nel centro di detenzione regionale di Pike County sono lì per qualcosa che ha a che fare con la loro dipendenza da farmaci da prescrizione."

Afferma Dan Smoot, direttore di un programma chiamato Unite – un nuovo ed innovativo programma anti-droga che combina indagini di polizia, trattamento e l'istruzione.

Uno studio dal titolo "Gli anni dell'adolescenza e i farmaci da prescrizione” cita:

"L'abuso intenzionale dei farmaci da prescrizione, come antidolorifici, tranquillanti, stimolanti e sedativi, per ottenere uno sballo, è fonte di una preoccupazione crescente — soprattutto tra gli adolescenti: tra i giovani di età tra i 12 e 17 anni, i farmaci da prescrizione sono diventati la seconda sostanza illegale più abusata appena dopo la marijuana” e continua “ci sono segnali preoccupanti: i ragazzi guardano all’abuso di farmaci da prescrizione come più sicuro di quello delle droghe illegali, e i genitori non sono a conoscenza del problema."

NaturalNews – 19 luglio 2011
di J. D. Heyes

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani raccomanda di informarsi attentamente, di non accettare facili diagnosi psichiatriche sia per se stessi che per i propri figli, ma richiedere accurate analisi mediche e richiedere l'applicazione del consenso informato secondo il Codice di Deontologia Medica art. 33, 34 e 35.

Per saperne di più: http://www.naturalnews.com/033044_pharmageddon_drug_abuse.html#ixzz1SbiwpOJ8

Condividi con