Forti critiche all’Associazione Psichiatrica Americana.

Pubblicato Mar. 05/06/2012 - 14:18
APA Logo

Come tutti i gruppi di professionisti, gli psichiatri partecipano a conferenze per creare contatti e aggiornarsi sulle ultime tendenze del settore. Un paio di giovani ricercatori hanno tuttavia recentemente dimostrato che le conferenze per gli psichiatri non sono così diversi dalle conferenze per multi-level marketing: piene di consigli sui “prodotti bersaglio”.

Lo studio, pubblicato nella Gazzetta di Psicofarmacologia Clinica da due giovani psichiatri dell'Università del Michigan e della Yale University, analizza le presentazioni date in due recenti riunioni dell'American Psychiatric Association.

La stragrande maggioranza delle ricerche presentate alle conferenze è stata finanziata dalle aziende farmaceutiche. Degli studi supportati da tali industrie, il 97,4% ha riportato risultati positivi sull’uso del farmaco che lo studio testava e il 2,6% ha riportato risultati misti. Non è stato presentato alcuno studio finanziato dall'industria che riportasse risultati negativi ! Un miracolo!

Sissignore! Questo meraviglioso piccolo elisir calmerà i nervi, tonificherà gli organi interni e alleggerirà il pesante fardello della vita. E per voi, signora, non dovrete mai più preoccuparvi nuovamente di quel marito donnaiolo. Vi troverà irresistibile, e questo è un dato di fatto! Basterà versare i vostri 5 dollari e i problemi saranno risolti!

Le critiche sulle presentazioni alle conferenze dell’ APA corrispondono alle critiche sulle riviste di ricerca. Non sono altro che una campagna pubblicitaria di marketing. Le conferenze dell’APA non sembrano essere altro che propaganda finanziata per pompare la squadra, tattiche sibilline avvolte in un alone di professionalità medica e di ricerca scientifica.

Che cosa ne pensano i medici? Dovrebbero essere persone intelligenti – persone a cui diamo fiducia riguardo la nostra salute.
E vengono così facilmente ingannati? Come mi ha recentemente riferito un esperto di Salute Mentale Esposta: i medici sono ingenui di fronte alle tattiche utilizzate dalle case farmaceutiche, oppure sono complici.

Ad ogni modo, devi fidarti di loro quando tirano fuori il ricettario e vi dicono che il farmaco è perfettamente sicuro ed efficace?

Come se questo non bastasse, i conferenzieri dell’ APA promuovono farmaci che sono ancora "in via di brevetto", cioè ancora in sviluppo! Come se fossero impegnati in una sorta di ciclo pre-vendita per scaldare il mercato ancor prima che i farmaci siano approvati e pronti per la vendita.

Ed ora il peggio: per praticanti come me che aiutano le persone a migliorare le loro vite senza diagnosi di fantasia o di farmaci non giustificati, la notizia peggiore di tutte è che i trattamenti non-farmacologici come la terapia cognitivo-comportamentale sono ignorati alle conferenze dell’APA. C'è un enorme corpo di ricerche e di prove che mostrano che gli approcci cognitivi sono almeno tanto efficaci quanto i farmaci, ma questa evidenza è raramente presentata.

L'APA non propone alcuna terapia psichiatrica che non sia appoggiata dalle aziende farmaceutiche.

NaturalNews - 29 Maggio 2012
di Mike Bundrant
Fonte articolo: http://www.naturalnews.com/036007_apa_psychiatric_drugs_conference.html#ixzz1whyxjkkx

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani raccomanda di informarsi attentamente, di non accettare facili diagnosi psichiatriche sia per se stessi che per i propri figli, ma richiedere accurate analisi mediche. E’ possibile visionare un estratto del video documentario che denuncia come il manuale della psichiatria sia in realtà un letale imbroglio per rendere mentalmente malata l'intera popolazione, visibile al seguente link: http://www.ccdu.it/videos/diagnostic-statistical-manual.html

Condividi con