USA: Aumentano le vendite di stimolanti a base di anfetamina

Submitted on Lun. 01/10/2012 - 10:18
Psicofarmaci

In America, tutti sembrano prendere il miracoloso farmaco Adderall, ma che dire dei preoccupanti effetti collaterali?
Con questo farmaco miracoloso, ti "pompi" finché non crolli.

Una volta sono andata a un barbecue a Los Angeles, dove un gruppo di donne nel gazebo della piscina si scambiavano ricette – ricette di farmaci. Queste donne sapevano come mescolare il loro fluoxetine con un oppiaceo buono e gustoso come l’hydrocodone, conoscevano l’arte di mescolare i loro stimolanti preferiti con un paio di Xanax per produrre il giusto tipo di "alto". E le loro ricette avevano un ingrediente in comune: l’Adderall.

L’Adderall è il farmaco di punta negli Stati Uniti: si tratta di uno stimolante a base di sali di anfetamina, approvato negli USA per il trattamento dell'ADHD, ma abusato per il trattamento di tutto: jet lag e depressione, stanchezza e ansia. In Italia Adderall non è approvato, ma sono in aumento le vendite di Ritalin - un farmaco analogo.

Ti fa sorridere come un angelo (anche se un sorriso da Adderall è riconoscibile a chilometri di distanza). È anche – lo sapevi? – un soppressore dell'appetito, fattore chiave nella nuova "dieta veloce" di tendenza nell'alta società di Hollywood e New York. Il figlio di Al Gore è stato arrestato per possesso di droga, una nota attrice presumibilmente lo assumeva prima della sua crisi, e il libro di Stephen Elliott, "I diari dell’Adderall" è stato opzionato da James Franco per il grande schermo.

Per essere onesti, sto trovando la cosa un po' preoccupante. "Dovresti provarlo," mi ha consigliato un’amica di New York mentre ne prendeva uno assieme al suo panino. "Ora posso correre a una pendenza di 6,5; e giuro che senza Adderall non avrei avuto la mia promozione. Ma ci sono effetti collaterali" ha aggiunto saggiamente.

Tornata a casa, ho cercato il farmaco in google per scoprire questi effetti collaterali: depressione, difficoltà a dormire, nausea, insonnia, aumento potenzialmente pericoloso della frequenza cardiaca, sentimenti di ostilità, pensieri suicidi e incubi. Se escludi questo, è un vero e proprio elisir di vita felice.

Al di là di ogni considerazione sull’ADHD - un disturbo che molti specialisti ritengono sia stato inventato con il solo scopo di vendere il farmaco che lo curerebbe - sorprende, e scandalizza, il fatto che le autorità responsabili per la vigilanza farmaceutica non facciano nulla per impedire l’uso "off label" di questa anfetamina (per fini cioè diversi da quelli per cui il farmaco stesso è approvato).

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani raccomanda di informarsi attentamente, di non accettare facili diagnosi psichiatriche sia per se stessi che per i propri figli, ma richiedere accurate analisi mediche.

E’ possibile visionare un estratto di uno dei nostri video documentari. Con più di 175 interviste ad avvocati, esperti della salute mentale, familiari delle vittime e agli stessi sopravvissuti, questo avvincente documentario smaschera la somministrazione di psicofarmaci e rivela una brutale ma ben consolidata macchina fabbrica-soldi. Visibile al seguente link: http://www.ccdu.it/videos/making-a-killing.html

Daily Telegraph, Regno Unito — 24 settembre 2012

di Celia Walden

Fonte articolo: http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/northamerica/usa/9562868/With-this-wonder-drug-you-just-pop-till-you-drop.html

Condividi con