Cartello psico-farmaceutico raccomanda antidepressivi per afflizione

Submitted on Sab. 19/01/2013 - 11:18
Antidepressivi

La nuova versione del DSM sembra fatta apposta per moltiplicare i guadagni di Big Pharma

E ' stato un semplice esperimento nel trattamento del lutto: a 22 pazienti che avevano perso recentemente un coniuge é stato somministrato un antidepressivo ampiamente diffuso.

Da quando, però, il lutto dovrebbe essere farmacologicamente curato? Per anni, il manuale ufficiale della psichiatria, pubblicato dall'American Psychiatric Association, si è schierato contro la diagnosi di depressione maggiore quando l'afflizione è "dovuta al lutto." Tale dolore, dicevano gli esperti, segue un corso naturale.

Ma tutto può cambiare, e con la nuova versione del manuale psichiatrico, quello che alcuni esperti hanno chiamato "vena d'oro per Big Pharma", l'Associazione Psichiatrica Americana questo mese è tornata sui suoi passi, aprendo la strada alla facile diagnosi di depressione maggiore in caso di grave perdita e, di conseguenza, al trattamento del lutto con antidepressivi.

Il cambiamento nel manuale, che potrebbe avere implicazioni finanziarie significative per il mercato dell'antidepressivo per un valore di 10 miliardi di dollari, è stato sviluppato in gran parte da persone che sono finanziariamente associate all'industria farmaceutica, come rivelato da un esame delle rilevazioni economiche. L'associazione stessa dipende in parte dai finanziamenti dell'industria farmaceutica e la maggior parte degli esperti del comitato che ha redatto la nuova guida di riferimento diagnostica ha ricevuto sovvenzioni da aziende farmaceutiche, ne possedevano azioni, o ne erano conferenzieri o consulenti.

Le aziende farmaceutiche hanno mostrato un interesse nel trattamento di pazienti che hanno recentemente perso una persona cara, tanto da finanziare e pubblicare i risultati di almeno tre studi in cui persone in lutto sono state trattate con antidepressivi. Ma i legami finanziari tra i creatori del manuale dell'APA e l'industria hanno di gran lunga superato i limiti raccomandati nel 2009 dall'Istituto di Medicina, un ramo della National Academy of Sciences.

Tali limiti riflettono il timore che la salute del paziente potrebbe essere compromessa quando diagnosi e linee guida di trattamento che sono ampiamente utilizzate dai medici, siano scritte in gran parte da esperti che compaiono sui libri paga delle industrie farmaceutiche e vengano pubblicate da società mediche che dipendono dai finanziamenti di quelle stesse industrie. Mentre non ci sono prove che i membri del Comitato abbiano ampliato la diagnosi per aiutare le aziende dei farmaci, il processo di sviluppo del manuale è colmo di legami sospetti.

8 di 11 membri del Comitato dell'APA che ha guidato il cambiamento hanno legami finanziari con le aziende farmaceutiche — da cui ricevono parcelle come conferenzieri, consulenti o finanziamenti per la ricerca, o di cui possiedono azioni, come mostrano le rilevazioni archiviate dell'associazione. Secondo tali documenti dell'APA, 6 degli 11 membri avevano legami finanziari con le industrie quando il Comitato si è riunito, e altri 2 avevano legami finanziari nei cinque anni precedenti all'assegnazione del comitato.

Un consulente chiave del Comitato — che ha scritto la giustificazione scientifica per il cambiamento — fu l'autore principale dello studio del 2001 sull'antidepressivo Wellbutrin, sponsorizzato da GlaxoWellcome, che "dimostrava" che il Wellbutrin potrebbe essere usato per trattare il lutto.

Stando ancora alle loro divulgazioni, nel 2010, un altro comitato dell'APA aveva sviluppato le linee guida su come trattare i pazienti una volta diagnosticati con depressione grave, includendovi le raccomandazioni del farmaco. 6 dei suoi 7 membri avevano ricevuto parcelle come consulenti e conferenzieri o il sostegno alla ricerca da aziende farmaceutiche. L'associazione ha inoltre nominato un comitato di supervisione che ha dichiarato che le raccomandazioni erano prive di pregiudizi, mentre la maggior parte dei membri del "comitato di revisione indipendente" aveva precedenti legami finanziari con l'industria.

TheLedger.com

Di Peter Whoriskey - 28 Dicembre 2012

Leggi l'articolo completo qui: http://www.theledger.com/article/20121228/NEWS/121229421/1410?Title=Psychiatry-Panelists-with-Ties-to-Drug-Industry-Urge-Antidepressants-for-Grief

Per un trattamento più esaustivo dell'argomento, richiedi il documentario del CCDU "Marketing della Pazzia"

Condividi con