Firenze, 31 Maggio, ancora una domenica con il CCDU

Submitted on Gio. 28/05/2015 - 13:07
Firenze - ancora una domenica con il CCDU

Ancora il CCDU e ancora un tavolo informativo sugli effetti dannosi che gli psicofarmaci causano nell'organismo di chi li assume

Domenica 31 Maggio, in occasione della fiera antiquaria, il gruppo fiorentino del CCDU Onlus tornerà a informare la popolazione a Scandicci. L'appuntamento è sempre nella Piazzetta Rossa, dalle ore 15.00 fino alle 19.00 circa; anche lo scopo è sempre lo stesso: aiutare chi assume questi farmaci a farlo in maniera informata.

Sì, perché i cosiddetti disturbi mentali sono dei semplici elenchi di comportamenti, che i luminari della psichiatria hanno incluso nel DSM (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali - il testo sacro della psichiatria). Questi "disturbi" vengono spesso diagnosticati senza considerare i fattori ambientali o eseguire adeguati test clinici che possano rivelare l'esistenza di patologie fisiche come causa del comportamento anomalo, come nel caso di tante donne affette da anomalie ormonali ma trattate con antidepressivi.

Un caso che fece scalpore nel fiorentino fu proprio quello della bambina psicotica guarita con gli antibiotici in un noto ospedale di Firenze. I medici hanno correlato episodi infettivi e insorgenza dei sintomi psicotici con gli esami ematici, scoprendo infine la cosiddetta psicosi era dovuta alla presenza di un particolare batterio. La conferma è venuta quando i medici hanno impostando una terapia con diversi antibiotici fino a trovare quello giusto che non desse allergie alla bambina. Dopo una decina di giorni la bimba ha presentato una notevole riduzione della sintomatologia psicotica e, a distanza di 6 mesi dall'inizio della terapia, le allucinazioni erano sparite e il suo comportamento non mostrava più alcun segno di anormalità.

Oggi è diventato troppo semplice catalogare disturbi apparentemente inspiegabili, come malattie mentali, solo perché i comportamenti che ne conseguono, escono dai canoni della normalità. Invece di interpretare i segnali che il corpo esprime come disagio per qualcosa non va, viene soffocato il sintomo dimenticando il suo significato. Fortunatamente qualcuno si rifiuta di essere completamente sordo e indaga sull'ovvio, come in realtà dovrebbe sempre essere fatto. Per queste e altre informazioni, il CCDU, il comitato dei cittadini per i diritti umani, allestisce periodicamente i tavoli informativi, dove la gente può chiedere informazioni e firmare petizioni importanti come quella per l'abolizione della pratica disumana che ancora si esegue in Italia: l'elettroshock.

Condividi con