Firenze: una settimana ricca di impegni per il CCDU

Submitted on Sab. 16/11/2013 - 14:20
Eventi Firenze

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus, dal 25 novembre al 2 dicembre 2013, sarà impegnato a Firenze con una serie di eventi presso l'Auditorium al Duomo, Via de' Cerretani 54r a Firenze. Mappa per arrivarci: http://goo.gl/maps/U6BTK

Mostra multimediale: "Il volto sconosciuto della psichiatria"

Ritorna a Firenze per la quarta volta la mostra denuncia contenente un gran numero di documenti a testimonianza degli errori ed errori della psichiatria dalla nascita ai giorni nostri.

Questa edizione è arricchita da una nuova sezione con contenuti speciali intitolata "Appunti e riflessioni sul movimento di riforma in Italia", con interviste a personaggi quali Franco Basaglia e Giorgio Antonucci.

La mostra rimarrà aperta da lunedì 25 novembre a lunedì 2 dicembre 2013 con orario ininterrotto dalle 10:00 alle 18:00.

Premio "Giorgio Antonucci" per i Diritti Umani 2013

La mostra sarà anche occasione per la presentazione del premio "Giorgio Antonucci" per i diritti umani.

Un premio ideato dal Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani per onorare coloro che si sono distinti con il proprio lavoro e impegno a difesa dei diritti umani nel campo della salute mentale arriva alla sua terza edizione.

Nella scorsa edizione i premiati sono stati Giovanni Angioli che ha lavorato come infermiere psichiatrico e poi coordinatore presso il reparto autogestito Lolli di Imola per 15 anni e Massimo Golfieri, fotografo, che ha documentato i luoghi dell'ospedale psichiatrico di Imola dove lavorava Antonucci con bellissimi scatti, scegliendo di fotografare solo i luoghi o i particolari senza immagini dei residenti.

L'evento avrà luogo sabato 30 novembre alle ore 16:00

Convegno: "DSM, la lotteria della salute mentale"

Con il nuovo DSM 5 alle porte non poteva mancare un convegno sul tema.

La validità scientifica del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM) è sotto crescente attacco da parte dei professionisti del settore medico e di molti esperti scientifici. La nuova versione è molto più simile ad una lotteria che ad uno strumento diagnostico. Una lotteria dove il vincitore non è certo il "paziente"(leggasi persona comune).

In una recente intervista a Panorama, Allen Frances, caporedattore della passata edizione ora diventato uno dei più aspri critici del DSM, ha affermato:

La pubblicazione del DSM 4 ha coinciso con l'epidemia di diagnosi di disturbo da deficit dell'attenzione, autismo, e disturbo bipolare. Le nuove diagnosi introdotte dal DSM 5 (e il fatto che abbia abbassato la soglia per le categorie di disturbi già esistenti) minaccia di trasformare la già problematica inflazione di diagnosi e in un'iperinflazione del tutto fuori controllo. Nel DSM 5, il normale lutto diventa "disturbo depressivo maggiore"; avere paura di avere il cancro diventa "disturbo da sintomi somatici"; le dimenticanze degli anziani "disturbo neurocognitivo minore"; le bizze dei bambini "disturbo da contenimento della rabbia"; abbuffarsi una volta la settimana "disturbo da alimentazione incontrollata"; e presto avremo tutti il "disturbo da deficit dell'attenzione".

Il convegno avrà luogo martedì 3 dicembre alle ore 17:00

Condividi con