Folle spara a dei liceali e poi si fa arrestare

Pubblicato Dom. 28/09/2014 - 13:20
Folle spara a dei liceali e poi si fa arrestare

Non solo USA. Vezelay (Francia): folle spara a dei liceali e poi si fa arrestare. Due feriti: uno grave.

L'uomo aveva problemi psichiatrici ed era in cura con farmaci molto pesanti

Un signore di 49 anni ha sparato su un gruppo di liceali parigini in visita scolastica venerdì mattina a Vezelay, in Borgogna. Due giovani tra i 16 e i 17 anni sono rimasti feriti, uno di loro in maniera grave.

L'autore della sparatoria è un signore sulla cinquantina, conosciuto nel villaggio e sofferente di problemi psichiatrici, ha sparato con un fucile da caccia su una trentina di ragazzi in una panetteria, ferendone uno gravemente al torace. Si è poi rifugiato a casa sua e dopo tre ore di negoziati si è infine arreso alla polizia di Digione,che ne ha disposto l'internamento. I due giovani, assieme ad un terzo ( sotto shock, ma non ferito), sono stati ricoverati in ospedale.

Alain, l'autore della sparatoria, è un emarginato che era stato in precedenza internato. Tutti lo conoscono a Vezeley. Antoine, un abitante del villaggio intervistato da Europe 1 ha riferito di conoscere Alain da vent'anni: "Pesava 120 chili, ed era su di giri l'altra sera. Lo vedevamo tutti i giorni: era uno dall'arrabbiatura facile ma ci si poteva parlare. Recentemente è stato sottoposto a cure con farmaci molto pesanti per curare i suoi problemi di alcol, ma dopo poche settimane era diventato aggressivo e sembrava paranoico".

Il resto della scolaresca ha fatto rientro a Parigi.

Raphael Maillochon
Articolo originale: http://www.europe1.fr/faits-divers/un-homme-blesse-un-lyceen-grievement-et-se-retranche-chez-lui-2236481


Queste azioni appaiono l'atto di folli, per i quali nulla hanno potuto le cure. Invece, invariabilmente, negli Stati Uniti come in Europa, si scopre che queste persone erano magari bizzarre o scorbutiche, ma non avevano mai commesso azioni violente prima di ricevere "cure" psichiatriche. Il CCDU – Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani - una onlus impegnata nella denuncia di abusi nel campo della salute mentale, da anni denuncia la superficialità con cui vengono prescritti psicofarmaci potentissimi, che secondo le autorità farmacologiche di mezzo mondo, possono causare violenza, pensieri e comportamenti suicidi e omicidi e aggressività, ma dalla cui vendita i produttori ricavano miliardi di Euro ogni anno.

Per maggiori informazioni sugli effetti collaterali di alcuni psicofarmaci vedere: https://www.ccdu.org/psicofarmaci

Condividi con