La mobilitazione di Basiglio ha pagato!

Pubblicato: Lun. 19/05/2008 - 16:25
Minore sottratta

Venerdì scorso dopo quasi due mesi di deportazione la bambina "abusata" dal fratellino è tornata con le lacrime agli occhi tra le braccia amorose dei suoi genitori. La tenacia dell'Avvocato Martinez, la volontà dei cittadini che sono scesi in piazza e della famiglia sono state ripagate. Anche il messaggio chiaro ed esplicito del CCDU è stato ripreso in prima linea dai principali telegiornali come Studio Aperto, TG1 e TGCOM: Sottrazione di minori, tutela o rapimento legalizzato?

Il CCDU continuerà ad essere al fianco di tutto il movimento che spontaneamente è sorto per combattere l'enorme questa ingiustizia. Il CCDU continua ad essere al fianco di tutti coloro non sono stati ancora così fortunati.

Una battaglia ora è stata vinta ma questo non ci deve far dimenticare che altre decine di migliaia di bambini sono nelle mani degli assistenti e delle comunità alloggio senza una vera ragione plausibile con costi per la comunità, sia in termini di dolore che in termini economici, che vanno oltre l'umana tolleranza. A tutto questo bisogna dire basta.

E' per questi bambini e genitori che bisogna continuare la guerra fino a quando al sistema, quello che sembra rappresentare uno dei più insidiosi e deleteri attacchi alla famiglia (altro che assistenza sociale), formato dal Tribunale dei Minori, assistenti sociali e psicologi, venga tolto quel potere così malamente utilizzato. Neanche il peggiore dei criminali viene trattato in questo modo quando viene sospettato e accusato di qualcosa.

Continueremo a vigilare e denunciare in tutte le forme legali possibili questa situazione. Per adesso godiamoci il ritorno a casa della bambina ed aspettiamo con ansia che (nonostante la farsa dell'ultima perizia sul bambino che ne ha impedito il ritorno Venerdì) anche il ritorno del fratello così che si possano festeggiarli insieme alla loro famiglia. I responsabili di questa tragedia devono sapere che dovranno assumersi le loro responsabilità.

Condividi con