Monaco: unitevi alla marcia di protesta europea

Submitted on Ven. 07/02/2014 - 13:54
Monaco: unitevi alla marcia di protesta europea

Unitevi alla marcia di protesta europea il 1° marzo alle ore 16:00 a Monaco

L'Associazione Psichiatrica Europea (EPA) terrà un congresso a Monaco, ove si prevede la partecipazione di 4000 psichiatri da tutto il mondo.

Oltre 100 oratori discuteranno di metodi psichiatrici coercitivi e promuoveranno le ultime novità in termini di psicofarmaci e misure di onde cerebrali, in un tentativo di revitalizzare il vecchio modello psichiatrico sviluppato dallo psicologo tedesco Wilhelm Wundt e dallo psichiatra tedesco Emil Kraepelin secondo cui l'uomo non è altro che il suo cervello – una creatura senza anima – e lo si può deportare in caso di cosiddetti disturbi, per essere maltrattato e rovinato con pericolosi psicofarmaci, contenzione e altri metodi di tortura.

Il risultato dei sistemi diagnostici definiti da Kraepelin è una serie infinita di cosiddetti disturbi mentali per ridefinire qualsiasi deviazione da un'astratta 'normalità' come malattia – un approccio disumano concentrato su genetica e cervello, che non lascia alcuno spazio alla conversazione col paziente. In passato, questo approccio ha già causato in Germania la deportazione e lo sterminio di oltre 300.000 pazienti psichiatrici, considerati come "non degni di vivere" durante il periodo nazista.

Lo stesso approccio disumano sviluppato da Kraepelin, e l'idea di persona come cervello, viene ancora utilizzato per definire la vita "indegna di essere vissuta". Gli psichiatri eseguono test a tappeto ("screening") su donne incinte, bambini e adolescenti prima dell'ammissione al sistema scolastico. Gli alunni con difficoltà scolastiche vengono etichettati come iperattivi, o affetti da disturbi di apprendimento (dislessia, disgrafia, discalculia ecc.) e inviati al neuropsichiatra infantile. Se i genitori obiettano, rischiano di vedersi togliere la patria potestà, o persino subire loro stessi un trattamento psichiatrico obbligatorio, mentre i bambini vengono affidati alle cure dei servizi sociali, ove spesso vengono sottoposti a cure a base di psicofarmaci. In altre parole, vengono selezionati e deportati, pur se con una sembianza di civiltà.

Motto del congresso, patrocinato e finanziato dall'industria farmaceutica e dai produttori di apparecchi per la misura di onde cerebrali o l'elettrostimolazione (oltre 17 espositori , per una cifra di 1,6 milioni di Euro), è "La psichiatria europea si focalizza su corpo e mente".

Nella lettera di benvenuto, lo psichiatra svedese Danuta Wasserman, presidente dell'Associazione Europea di Psichiatria, spiega così la scelta di Monaco come sede del congresso:

EPA riconosce l'importanza dei solidi legami storici, e quindi Monaco, con i suoi cento anni di storia psichiatrica, è una scelta eccellente.

Vale la pena di ricordare che Emil Kraepelin fu a capo dell'ospedale psichiatrico dell'Università di Monaco dal 1902 al 1920, e il mentore di Ernest Rudin, autore delle leggi naziste che causarono 400.000 sterilizzazioni forzate su persone ritenute portatrici di malattie mentali trasmissibili geneticamente.

Iniziative di informazione e protesta del KVPM (CCDU Tedesco):

  1. Marcia di protesta il 1° marzo a Monaco di Baviera (luogo e orario da definire)
  2. Mostra KVPM "Psichiatria – un'industria di morte" dal 21 febbraio al 4 marzo, sempre a Monaco
  3. Proiezione in anteprima del film creato dal KVPM  tedesco "L'apparenza inganna"

Condividi con