Psicofarmaci: un giro miliardario che manda 90.000 persone al pronto soccorso ogni anno

Pubblicato Lun. 22/09/2014 - 14:50
Psicofarmaci: un giro miliardario che manda 90.000 persone al pronto soccorso ogni anno

Il Controllo della Salute Mentale richiede ai consumatori un ruolo attivo: la ricerca negli archivi degli psicofarmaci, per smascherare i rischi documentati.

USA - Un recente studio da parte della JAMA Psychiatry – autorevole mensile americano edito dall'Associazione Medica Americana - ha rivelato che tra il 2009 e il 2011, nei soli Stati Uniti, ci sono stati circa 267.000 visite al pronto soccorso a causa di reazioni negative dovute a psicofarmaci, quali overdose, eccessiva sonnolenza e traumi alla testa. Oltre il 19% di queste visite al pronto soccorso ha provocato l'ospedalizzazione del paziente. L'autore principale dello studio JAMA ha suggerito la necessità di prudenza, maggiore sorveglianza, e la riduzione dell'uso di psicofarmaci, incoraggiando al tempo stesso le terapie alternative.

Il rapporto JAMA, uscito nel mese di luglio, suddivide le reazioni negative per classe di farmaco, segnalando che quasi 78.000 visite al pronto soccorso erano dovute a sedativi /ansiolitici, antidepressivi e antipsicotici. Seguono in classifica i sali di litio e gli stimolanti.

Visto come l'uso di questi farmaci sia in costante crescita (persino tra i giovanissimi, secondo l'istituto IMS), questi dati non sorprendono. Nel solo 2013, a più di un milione di bambini americani con età compresa tra 0 e 5 anni sono stati prescritti psicofarmaci. Se si considerano tutte le età, sono più di dieci milioni di americani quelli che hanno preso farmaci per iperattività e deficit d'attenzione, 41 milioni hanno preso antidepressivi, più di sei milioni e mezzo ha preso antipsicotici e 36 milioni ansiolitici.

A 79 milioni di americani, uno su quattro, vengono oggigiorno prescritti psicofarmaci. Nel tentativo di fornire informazioni accurate sui rischi documentati associati con queste bombe chimiche, il CCHR (organizzazione USA imparentata con il nostro CCDU – Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani), il principale guardiano della salute mentale, l'anno scorso ha fatto partire un sito web completo e arricchito di un database di psicofarmaci.

Questo database non avrebbe potuto essere più tempestivo o semplice da utilizzare. Secondo la Food and Drug Administration (FDA – autorità USA per i farmaci), tra il 2004 e il 2012, ci sono stati più di cinquecentomila reazioni avverse dovute a farmaci psichiatrici segnalati all'agenzia federale. Questi rapporti sono solo la punta di un iceberg, come ammette la FDA, dato che approssimativamente solo l'1% delle reazioni negative viene segnalata.

La maggior parte degli americani non sono consapevoli di questi allerta nazionali e internazionali emessi dalle agenzie per la regolamentazione sulla maggior parte dei farmaci psichiatrici. Ad esempio, ci sono 134 avvertenze farmacologiche sugli antidepressivi, 44 per gli stimolanti usati per ADHD e 25 sugli ansiolitici.

Il sito e archivio del CCHR fornisce una ricchezza d'informazioni per le famiglie, compresi gli effetti collaterali, il numero di studi che mostrano effetti negativi di farmaci specifici, e dati della FDA sulle reazioni negative dovute ai farmaci. In breve, il guardiano della salute mentale ha preso dei dati molto complessi da varie fonti e li ha messi in una forma semplice, facile da usare – non disponibile da parte della FDA o di qualsiasi altra agenzia di regolamentazione.

Mentre molti psicofarmaci sono confezionati con un avvertimento di categoria "Marchio Nero" da parte della FDA, l'agenzia che ha emesso gli avvertimenti più severi, troppo spesso le reazioni negative collegate a questi farmaci sono prese alla leggera e sottostimate dai medici, e chi vuole informazioni se le deve cercare da sé. Lo studio della JAMA rafforza la necessità di mettere questi dati in piena luce, e fornisce ai 79 milioni di americani che assumono psicofarmaci (e tanti altri in Europa e Asia) una valutazione onesta del crescente problema degli effetti negativi associati.

Se volete saperne di più riguardo ai pericoli collegati con gli psicofarmaci, i seguenti collegamenti del CCHR forniscono una lista completa di effetti indesiderati:

Articolo a cura di Kelly Patricia O'Meara
http://www.cchrint.org/2014/09/05/psychiatric-drugs-send-90000-to-emergency-rooms-each-year/

Segnaliamo inoltre la sezione psicofarmaci di questo sito.

Condividi con